commento2

Il paziente presenta una riduzione consistente dell’intake per os, per questo motivo la dieta orale non è sufficiente per garantire il raggiungimento dei target. Come evidenziato dalle linee guida 2 il supporto enterale si rende necessario qualora la via orale risulti insufficiente per garantire il raggiungimento dei fabbisogni.
La nutrizione parenterale può essere impiegata nel caso in cui la nutrizione enterale non sia realizzabile (es. assenza funzionalità intestinale).

2.  Muscaritoli M. et al. ESPEN practical guideline: Clinical Nutrition in cancer. Clinical Nutrition 2021; 40: 2898-2913.